mercoledì 13 marzo 2013

Coccole per giornate piovose


Non pensavo proprio avrei pubblicato, a metà marzo, una ricetta del genere: calda, cremosa, da serata invernale di una famiglia raccolta a raccontarsi cosa è successo durante la giornata a tv spenta. Eppure...il tempo è quello che è, ci lega inevitabilmente a desideri di intimità e di tempi rallentati. Niente di meglio, allora, dei gnocchi di semolino. La ricetta è stata rielaborata da una apparsa su veganblog, di cui tradisco lo spirito mettendo il tradizionale latte e burro, come se niente fosse...Mi scuserete, mi scuseranno, se il latte intero ed il burro fuso sono ancora per me piaceri della vita cui mi dedico raramente, ma convintamente. 
Trovo geniale per il risultato l'arricchimento con la zucca di questa ricetta, che riesce migliorata nella texture, più saporita e più sana di quella originale. 
Finché dura l'inverno siate generosi con voi stessi ed indulgete tra cremosità e crosticine croccanti!

GNOCCHI DI SEMOLINO E ZUCCA 

Per 5 persone:
- 450 gr di zucca cotta al vapore o in forno senza condimento (considerare una zucca cruda di 800 gr per ricavare questa porzione)
- 1 lt di latte fresco intero
- 100 gr di burro
- 100 gr di parmigiano grattugiato
- 5 belle foglie di salvia
- noce moscata, sale e pepe nero

Quando la zucca si è intiepidita passatela allo schiacciapatate e salatela. 
Far scaldare il latte con 50 gr di burro, la noce moscata, il pepe ed il sale in una casseruola capiente, quando sta quasi per bollire versare il semolino a pioggia e mescolare energicamente con una frusta per evitare la formazione di grumi. proseguire la cottura mescolando ininterrottamente con un cucchiaio di legno, per 10'. Infine versare la purea di zucca e mescolare per amalgamare, aggiustare di sale ed incorporare 40 gr di parmigiano. Versare su un piano inumidito di acqua o su carta da formo, ad uno spessore di  1 cm, aiutandosi con una spatola anch'essa inumidita per evitare che il composto si attacchi, dandogli forma rettangolare. Quando freddo tagliare a losanghe (così non c'è scarto) ed alternare a strati in una pirofila generosamente imburrata, sovrapponendo agli gnocchi una spennellata del rimanente burro fuso, una spolverata di parmigiano e le foglie di salvia spezzettate (se amate un gusto più forte della salvia, la potete tritare e mettere nell'impasto a fine cottura del semolino). Infornare a 200 gr per 10' più 5 con il grill. 
Astenersi dal buttarsi in bocca subito gli gnocchi se non volete andare al reparto grandi ustionati. 

Nessun commento:

Posta un commento

Briciole sotto la tavola