domenica 7 ottobre 2012

Stufi di stufare (le stesse cose)


Stufare: verbo/religione di cottura che trovo fantastica e che vive i suoi fasti nelle prossime due stagioni...
Sì, ma cosa? Abbiamo stufato e ci siamo stufati di manzi nel vino, polli nella tajine, maiali sbronzi di birra e verdure tanto morbide da tagliarsi col grissino.
Vista la mia passione per l'insolito di questi ultimi tempi vado di seitan. 
Ricetta che mi sono inventata lì per lì in una sera che guardavo queste bistecchine vegetali comprate d'impulso perchè "in offerta, tanto poi qualcosa ci faccio", con un porro che stava per lasciarmi e altre verdure a far da contraltare. Mi è piaciuto e allora ve lo propongo.

Stufato di seitan e verdure invernali

Per tre persone:
- 4 bistecchine di seitan affettate "a spezzatino"
- 2 cipolle bionde tagliate in 8 spicchi
- 1 porro affettato a rondelle
- un paio di infiorescenze di broccolo divise a pezzetti
- 3 piccole carote (200 gr pulite) a dadini
- 1 cucchiaio di maizena
- 1 cucchiaio di salsa di soia 
- olio di sesamo (o di semi, non d'oliva)

Tirate fuori l'artiglieria pesante: è tempo di usare quella pentola figa che vi eravate comprate pensando di fare chissà cosa, dedicando i vostri pomeriggi un pò grimy a meditare, come nonne precoci, vicino ad una pentola sbuffante.
Imbiondire nell'olio le cipolle a spicchi con i porri; mettete anche la dadolata di carote e "salare" con la salsa di soia. Far ammorbidire per ca. 10' a pentola coperta e fuoco basso, aggiungendo eventualmente poca acqua. Aggiungere quindi i broccoli e coprire nuovamente per altri 10'. A questo punto immergete in pentola in seitan insieme a 250 ml d'acqua. Girare e spolverare con la maizena, facendola cadere da un setaccio; mescolare e coprire per altri 40'. A fine cottura assaggiare e regolare di sale e pepe. Ad libitum, speziate con ciò che vi piace di più.  


Nessun commento:

Posta un commento

Briciole sotto la tavola