mercoledì 2 maggio 2012

Un été brûlant

Bouganville appena messa a dimora

Io l'avevo detto...che stavo preparando la mia terra... 
E' una grande soddisfazione avere della terra tutta per sé. Non tanta, ché è troppo impegnativa, ma un po' sì. 
Così, come avevo annunciato nei blog precedenti, mi sono presa del tempo per preparare alla "prova costume" orto e giardino.
Lo scorso anno, fresca di trasferimento nella casa restaurata e ristrutturata, avevo cominciato ad impratichirmi nella coltivazione dell'orto. Ciò che è stato meraviglioso fin da subito è stata la scoperta che è facile. Io ho il "pollice nero", o se preferite il "pollice verso", cioè faccio morire le piante (da fiore, da appartamento, da comodino...tutte). Invece, con gli ortaggi, senza alcuna preparazione pratica ma solo libraria, ho avuto la soddisfazione di grandi risultati. Cosa intendo? Pomodori, insalata e zucchine da giugno a tutto ottobre, ma anche carote dolcissime, piselli e fragole. 
Così ho fatto una scoperta bellissima ed intima: LA NATURA E' GENEROSA.  
Ecco che quest'anno ho nuovamente vangato il mio micro-orto e seminato e piantato. Non sarà l'assetto definitivo dei prossimi anni (voglio tornare alla tecnica del cosiddetto "letto profondo"), ma intanto "porto a casa" un'altra estate di soddisfazioni giardiniere, biologiche e cucinose.
Poi, abitando a Buggiano, mio marito ha giustamente scelto di impiantare le splendide piante di agrumi che vedete qui sotto, ed io ho voluto una bouganville flamboyante, accanto al pozzo: entrate nel giardino con me...

Limoncino dolce

  
Abbiamo scelto di alternare diverse varietà: limoncino dolce, limoni carrubaro, lunato e toscano, pompelmi rosa, cedri ed un arancio dolce. 
Spalliera di agrumi



E qui invece il famoso fazzoletto di terra le cui soddisfazioni sono, in ordine sparso:
- erbe aromatiche FRESCHE ogni volta che voglio

Da sx: origano, maggiorana, dragoncello, melissa e menta
Erba cipollina in fiore

- Piselli ed insalate la cui filiera è talmente corta che li colgo giusto fuori della porta di cucina :-) 
Nota di merito dell'insalata: si digerisce perfettamente; nota di merito dei piselli: avete mai sentito come sono dolci mangiati crudi appena raccolti?
- Prossimamente piccoli frutti a costo zero (mentre nei negozi ti spellano) e non vedo l'ora di mangiarmi l'uva spina che adoro

Insalata gentilina e piselli appena spuntati
Sotto l'innaffiatoio l'uva spina, accanto il lampone






 - i Pomodori VERI, sì, quelli che sanno di qualcosa e non sono tutta acqua. 

Pomodori (cuore di bue, pendolini e ciliegia) con le canne.
Aiuola di salvia, prezzemolo riccio e rosmarino

Ok, ci saranno anche le melanzane" tonda di Firenze" e qualche melone retato, non documentati in foto. Mi resta ancora spazio in qualche cassetta di cotto per qualche idea dell'ultimo minuto e sto pensando a dove cacciare un'anguria o due, ma l'impianto è questo fino a settembre/ottobre, quando tenterò l'avventura delle verdure invernali.

5 commenti:

  1. Meraviglioso il tuo orto! Io come te ho il pollice nero, qualsiasi pianta con me fa una brutta fine. Unica superstite l'erba cipollina. Però so perfettamente cosa intendi quando descrivi i sapori delle verdure appena colte, la dolcezza inimmaginabile dei pisellini colti, sbucciati e mangiati... Ah che bontà! Mio padre infatti è decisamente più portato di me e dedica cure e passione alle sue piantine proprio come fai tu! Bellissimo post, l'ho letto e gustato con immenso piacere! A presto
    Valeria

    RispondiElimina
  2. permettimi di invidiarti appena un po'...tutto bellissimo!!
    ciao..se ti va passa a trovarmi nella mia cucina...senza orto!!
    a presto

    RispondiElimina
  3. E' bellissimo il tuo orto-giardino! E' anche il nostro sogno avviare un piccolo orto! Speriamo!!! :)

    RispondiElimina
  4. Meraviglioso! Complimenti!!
    Le piante di agrumi come ti vivono nel clima pistoiese e come passano l'inverno (soprattutto il cedro)?
    Io sono di Capannori, proprio nelle vicinanze del comune e sarebbe uno dei miei sogni collezionare piante di agrumi, solo che per mancanza di spazio mi devo arrangiare con i vasi :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei invitato a "La campagna dentro le mura", edizione 2013, per vedere come ce la caviamo ;-) Per maggiori informazioni: http://www.borgodegliagrumi.it/! Comunque a noi basta proteggere le piante col "tessuto non tessuto", per ora anche le due nevicate non le hanno danneggiate...

      Elimina

Briciole sotto la tavola