venerdì 3 febbraio 2012

Lo Gnam del Buongiorno


Incredibile! Scorro i post pubblicati finora e scopro che non ci sono dolci...Sì, ok i pandizenzero, ma sono troppo da ricorrenza per essere considerati un dolce vero e proprio. Mi stupisco di me stessa perché, se ho una debolezza, questa è l'essere un pozzo senza fondo per le cose dolci (attenzione: anche quelle che non mi piacciono, basta che mi diano un'idea di festa). Insomma, non mettetemi accanto ad un vassoio di bignè perché supererò le soglie della decenza attaccandoli senza aspettare gli altri, neanche se c'è un festeggiato, per finire con sguardi di aperta ostilità se qualcuno dovesse frapporsi tra me e glI ultimI.
Ad ognuno i propri vizi...e le proprie miserie per giustificarsi! Infatti chi può tacciare di golosa cronica una brava madre di famiglia che fa la torta per la colazione? Permettetemi una risata satanica...
Con i cake da colazione mi sento di farla perfettamente franca: sono buoni, sani (magari sostituisco parte del burro con l'olio), fanno tanto "aria di casa", poi ne replichi una fettina a merenda...Insomma: lo spostamento di attenzione e di significato è avvenuto.
Quello che propongo è liberamente tratto dal libro di Ilona Chovancova chiamato "Cake dolci e salati", un acquisto abbastanza inutile perché purtroppo molte ricette sono poco chiare se non sbagliate. Scusate: ma voi lo pubblichereste un libro di cucina in cui le dosi sono a "manciate"?!!?? Eddài...
Ecco perché il mio cake è diventato una ricetta a prova di errore: l'ho rifatto tante e tante volte fino a trovare le giuste dosi e i giusti ingredienti: ci credevo e l'ho "conquistato" a forza di tentativi.
Con questo cake, infine, mi butto nell'arena  del contest "Brunch or breakfast" di Valentina e Francesca, ovvero La cucina che Vale e Scorribande in cucina.
Devo dire che presento questa torta orgogliosamente, perché è molto buona, morbida, si mantiene ottimamente (ha un'umidità meravigliosa, fondente) e rispetta la tradizione italiana della colazione dolce (da mattina a sera, altro che brunch or breakfast: tutto il giorno!).

Cake con mela verde, noci e passolina 

Per uno stampo da plum cake:
3 uova
100 gr di zucchero bianco + 50 gr di zucchero di canna integrale
70 gr di burro fuso +70 gr di olio di semi (io ho usato quello di arachidi)
180 gr di farina 00
1 bustina di lievito
un pizzico di sale
60 gr di noci tritate (oppure 30 gr di noci + 30 gr di mandorle)
100 gr di uvetta passolina (non occorre ammollarla)
1 mela Granny Smith sbucciata e grattugiata

Sbattere con la frusta uova e zucchero rendendo gonfio e bianco il composto (una decina di minuti nel mixer).
Aggiungere a cucchiaiate la farina precedentemente setacciata con il lievito ed il pizzico di sale, alternando con i grassi (olio e burro).
Quando il composto è perfettamente amalgamato aggiungere le noci tritate e la mela grattata. La qualità scelta, la Granny Smith, è preferita ad altre perché dà la giusta punta di acidità risvegliando i sapori del cake. Aggiungere infine la passolina; io lo faccio a mano per evitare di infarinare l'uva, che altrimenti si deposita sul fondo del dolce, e perché non venga "frullata" e dispersa da una lavorazione troppo violenta.
Mettere in forno statico a 180° sul ripiano basso, per 60' ca.; fare la prova dello stecchino verificando la giusta cottura. Aspettare 15' per sformare il cake su una griglia da pasticceria, dove butterà fuori l'umidità residua. 
Ottima con il latte che sposa le noci dell'impasto e con il the che si abbina a meraviglia con uvetta e mela!

   

5 commenti:

  1. Ciao grazie per la tua partecipazione al nostro blog!
    Ottima ricetta davvero!
    Valentina

    RispondiElimina
  2. Dev'essere buonissimo!
    Questo mese sto ospitando un gioco sul mio blog, passa a vedere di cosa si tratta, se ti va! ;)

    RispondiElimina
  3. Innanzitutto grazie per aver scelto di partecipare...ti faccio tanti in bocca al lupo!!!
    E poi rispondo alla tua domanda: si bisognerebbe mettere il banner nella barra laterale!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. complimenti per il blog , mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori se vuoi passa da me ,ciao

    RispondiElimina
  5. Ma che bello! Sono proprio contenta di avere delle nuove webamiche! Grazie di essere passate a commentare. Sono diventata sostenitrice di tutte voi :-)

    RispondiElimina

Briciole sotto la tavola