sabato 21 gennaio 2012

L'ananas è una cosa meravigliosa


L'ananas è un frutto evocativo: fa sentire la bocca "ai tropici" anche quando il meteo è di tutt'altro orientamento.
Ed ecco che mi è venuta voglia di "isole del sogno" alla Gauguin (o alla Paolo Conte), e ci ho abbinato un bel profumo di vaniglia. L'estratto che ho usato l'ho liberamente tratto da qui, o da qui.

Ananas fondente alla vaniglia

Un ananas maturo
zucchero di canna (il tipo "Muscobado" ha un'aromaticità decisamente migliore, per questa ricetta, rispetto ad altri)
4 cucchiai di estratto di vaniglia

E' semplicissimo: affettate l'ananas pelato in rondelle di ca. 3 cm di spessore, mettete in una pirofila foderata di carta forno e spolverate con lo zucchero ogni strato di fette d'ananas. Quando avete terminato "condite" con l'estratto di vaniglia. Infornate per una ventina di minuti a 200°. Va servito freddo, dopo aver fatto ridurre ulteriormente in un polsonetto il deliziosissimo liquido che si sarà formato in cottura; non vi aspettate che caramelli: gli enzimi dell'ananas non lo permetteranno...
Ovviamente una quenelle di gelato alla vaniglia o variegato al caramello e noci è di divina perfezione se accostata a questa "frutta cotta" da gourmet!

2 commenti:

  1. Mi piace molto questo dessert semplice e gustoso! baci!

    RispondiElimina
  2. ...e a me piace molto pane, burro e acciughe (nella mia famiglia non si dice "alici")!
    Anzi, perché non dedichiamo un bel post a quelle cose semplici e buonissime di cui questo "crostino" fa parte?

    RispondiElimina

Briciole sotto la tavola