sabato 17 dicembre 2011

Pensando al Pranzo...

Sto pensando al Pranzo, quello per definizione, quello del 25 dicembre.
Già da un mese le mie voglie culinarie hanno spostato le tende verso nord, in particolare verso il Trentino e l'Alto Adige. Devo dire che impasterei un pò di tutto di quelle zone, dal Mus allo Zelten... Intanto però mi sono concessa di rivisitare un grande classico: i Canederli o Knödel.
La mia versione è molto "di magro", ma non manca certo il sapore! Il brodo di verdure vi piacerà moltissimo, ne sono certa :-)

Per 4 persone:

- 350 gr pane raffermo fatto a dadini (non pangrattato)
- 3 uova
- 200 ml latte tiepido
- 1 piccola cipolla
- 50 gr mortadella
- burro

Per il brodo:

- 1 litro e mezzo di acqua
- 1 cipolla
- 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
- 1 porro
- 3 coste di sedano
- 2 carote
- 1 finocchio
- 1 pezzetto di zenzero fresco

Procedimento:

Mettere tutte le verdure ed il concentrato di pomodoro nell'acqua salata e portare ad ebollizione, abbassare al minimo la fiamma e far cuocere per 45' con coperchio.
A fine cottura aggiungere una rondella di zenzero fresco sbucciato e proseguire la cottura per 10' senza coperchio.
Far appassire in un tegamino la cipolla tritata finissima nel burro. Aggiungerla al pane insieme al latte tiepido. Tritare la mortadella, sbattere con la forchetta le uova ed aggiungere al pane. Salare e pepare. Mescolare bene. Lasciare riposare il tutto fino al giorno successivo.
Mettere sul fuoco il brodo filtrato dalle verdure e dal fondo (volendo potete chiarificarlo) e intanto, con le mani infarinate, fare le vostre deliziose pallottoline (non troppo piccole, d'altronde la versione originale le prevede belle grosse). A me piace molto la consistenza irregolare, ma potete strizzare il pane prima di fare i canederli rendendone la grana più fine.
Quando il brodo freme far scivolare i canederli in pentola e far cuocere, sempre a fuoco minimo, per 10'.
Se vi piace, servite con prezzemolo tritato di fresco.
Köstlich!

2 commenti:

  1. Da provare! Non a Natale, perché ho già in mente un menu dai sapori tipici della mia terra che è agli antipodi rispetto al Trentino, ma di sicuro da provare... :-)

    RispondiElimina
  2. Ecchèffai di Pranzo? Sono molto curiosa...Anzi, se fossi arrivata prima on line e avessi maggior "potenza di fuoco", avrei chiesto a tutti quelli che mi seguono il menù di Natale. Ma per ora siamo poche (ma buonissime!!!).
    Fammi sapere :-)

    RispondiElimina

Briciole sotto la tavola